Apertura Anno Scout 2020/21

Care lupette e lupetti,

care guide ed esploratori,

care scolte e rover,

siamo felicissimi di essere qui tutti assieme, di vedervi e di sapere che siete in salute.

Oggi si apre un nuovo anno scout, il 99° anno di scautismo a Breganze.

In questi 99 anni sono successe davvero molte cose, ma ce n’è una in particolare che ci tocca da vicino: è dai primi mesi del 2020 che abbiamo iniziato a giocare ad un nuovo grande gioco.

È un grande gioco in cui ci siamo trovati a giocare casualmente.

È uno di quei giochi che arrivano all’improvviso come quando i capi ci svegliano nel cuore della notte.

È un grande gioco che ha regole chiare, specifiche, rigide e per cui bisogna prestare estrema attenzione.

È un gioco in cui ci viene chiesto di giocare in modo alternativo a come siamo abituati.

È un gioco, ahimè, che a volte sa essere pericoloso.

È un gioco in cui è essenziale che ognuno faccia del proprio meglio.

È un gioco in cui bisogna essere sempre pronti.

È un gioco in cui ci è chiesto di fare dei sacrifici per il bene di tutti, ci viene chiesto di servire il prossimo.

L’ottima notizia è che non siamo soli: guardatevi attorno, guardate alla vostra destra e alla vostra sinistra. Guardate quanti siamo, guardate quanti amici, quante sorelle e fratelli scout abbiamo!

Sappiate che siamo tutti una famiglia e come in ogni famiglia ognuno può contare sull’altro, sempre.

Magari non potremmo abbracciarci, dormire tutti assieme dentro ad una tenda, scambiarci la borraccia una volta arrivati in cima alla salita.

Pazienza! I modi per volersi bene e stare assieme sono infiniti!

Vorrà dire che ci sorrideremo con gli occhi, vorrà dire che dormiremo sotto all’infinito cielo stellato, vorrà dire che esulteremo e guarderemo assieme il paesaggio dall’alto della cima conquistata.

Il passato ci insegna che noi Scout reagiamo ai periodi di difficoltà cercando di trovare modi nuovi di affrontare i problemi che ci circondano. Pensate a B.P. che, assediato a Mafeking, ha avuto l’intuizione di creare gli Scout ed alle Aquile Randagie che hanno portato avanti con forza la luce della Speranza nel buio del nazifascismo.

Oggi tutto ciò viene chiesto anche a noi. Ci viene chiesto di essere creativi, di essere fantasiosi, coraggiosi e soprattutto responsabili.

B.P. diceva: “Sforzati sempre di vedere il contorno luminoso che si trova dietro la nuvola più tetra, e potrai affrontare con piena fiducia anche una prospettiva nera”.

Non temete, tutti assieme ce la faremo, con la Sua protezione e lo sguardo di Maria, nostra mamma del cielo, ad indicarci la Strada.

Buona Caccia e Buona Strada a tutti,

Serena e Federico

Federico Sanchi

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Gruppo Scout Breganze 1
Gruppo Scout Breganze 1
Il tirocinante, il capo Unità e persino i Presidenti, Capo Guida e Capo Scout. Tutti, un giorno più o meno lontano, siamo stati accolti in Comunità capi, con toni, modalità e stili differenti ma co…

Articoli recenti

Categorie

Meta